Morgon di Hed è il Principe regnante di una piccola isola rurale, dedita all’amore per la terra e per i suoi frutti più che alle arti o alla filosofia. Questo rende ancora più particolare, quasi preoccupante, l’intensa passione del giovane per lo studio degli Enigmi. Morgon è pari a un Maestro della Scuola di Caithnard e si destreggia con sorprendente agilità mentale e intuito attraverso il complesso sistema mnemonico e filosofico che è alla base di tutta la sapienza del mondo governato dal Supremo.
Tramite lo studio e la comprensione dei fatti antichi, tramandati attraverso domande, risposte e interpretazioni, i Maestri conoscono se stessi e l’animo umano e sono in grado di offrire risposte anche su ciò che di nuovo si manifesta nel mondo, privato della magia da molti secoli e retto dai Re in base alle elusive ma fortissime Leggi della Terra.
Esiste però un enigma senza risposta e proprio Morgon ne è il latore e protagonista: cosa significano le tre stelle rosse che gli segnano la fronte? Cosa significa il titolo Portatore di Stelle?
Per trovare la risposta a questo enigma, Morgon si imbarcherà in un viaggio lungo e pericoloso verso il Monte Erlenstar, dimora del Supremo. Al suo fianco avrà Deth, l’enigmatico e millenario arpista del Supremo, sua scorta e silenzioso spettatore di una ricerca che si rivelerà micidiale. Altri esseri, infatti, pretendono la risposta a quell’enigma: gli antichi Signori della Terra, esseri senza nome e senza legge, i cui poteri potrebbero distruggere ogni cosa.

Così inizia “Il Maestro degli Enigmi di Hed” di Patricia McKillip, primo volume della trilogia del Signore degli Enigmi edita dalla NORD.
L’autrice costruisce un mondo complesso e colorato come un mosaico, sempre sorprendente, descritto con dovizia di particolari non solo nelle sue caratteristiche evidenti, ma anche nei sentimenti che l’hanno plasmato, nella forza e nelle caratteristiche di popoli mai scontati, creati con cura e cuore. E’ evidente un lavoro certosino di costruzione della Storia di un intero mondo, di legami e intrecci basati su concetti filosofici e psicologici espressi per enigmi.

La prosa della McKillip è più portata alla descrizione che al dialogo, e si caratterizza per un’atmosfera quasi sempre grave, seria, che lascia poco spazio al sorriso e ancor meno alla risata, ma questo tratto – lungi dall’inficiare il piacere della lettura- rende anzi più cari i personaggi che si muovono fra Hed e il Monte Erlenstar, facendoci partecipi delle loro preoccupazioni, dei loro dolori. Il mondo è sull’orlo di una guerra che non sa di dover combattere e la tensione si respira in ogni riga, ogni parola.
I personaggi, poi, sono profondi e intensi, umani e sfaccettati. Le relazioni interpersonali vengono sviscerate nel profondo. L’amicizia, l’amore, i complessi rapporti di rancore e attrazione fanno da perno all’intera vicenda, dando ai romanzi una connotazione più emozionale di quanto il genere fantasy normalmente faccia.

Nel secondo romanzo della saga, “L’erede del mare e del fuoco”, la posizione di protagonista viene ceduta a Raederle di An, figlia del re Mathom di An, fidanzata di Morgon non solo per amore ma anche a causa di una sfida di enigmi vinta dal giovane uomo. Ella sta ancora attendendo, dopo un anno, che lui torni dal Monte Erlenstar. Le ultime notizie la mettono però in un tale allarme da spingerla ad un colpo di testa. Con l’aiuto di Lyra, principessa guerriera di Herun, e della sorella di Morgon, si imbarca a sua volta per avere le sue risposte. Il viaggio la metterà di fronte alla scioccante consapevolezza di possedere lo stesso sangue della potente stirpe che vuole uccidere Morgon. Anche il risveglio dei suoi poteri si rivela un enigma la cui risposta può essere la morte.

Le fila si ricongiungono nell’ultimo tomo, “L’arpista del Vento”, in cui Morgon e Raederle finiscono invischiati nello scoppio delle ostilità, aggravate dal risveglio dei Maghi da una lunga prigionia e dall’apparente scomparsa del Supremo. Chi è veramente questo elusivo personaggio che tiene in mano le redini del mondo intero? Come possono essere sconfitti i Signori della Terra? Soprattutto: qual è il legame tra il Portatore di Stelle e il Supremo stesso?

Romanzi unici, spettacolari. Una lettura indimenticabile.

In italia, la saga del Signore degli Enigmi è stata pubblicata in due occasioni nel 1986 e successivamente in versione ecnomica nel 1991 sempre a cura dell’Editrice Nord. Entrambe le volte i tre romanzi originali sono stati riuniti in un unico grande volume. Per questo motivo le copertine che trovate si seguito sono quelle dei romanzi originali, cosi come le sinossi che sono libere traduzioni delle versioni in lingua inglese. La copertina del volume in italiano la potete vedere all’inizio di questa introduzione all’opera.

Volume 1: Il Maestro degli Enigmi di Hed

Editore: Editrice Nord (Fantacollana Nord n° 69)
Anno: 1976
Pagine: 195
Titolo Originale: The Riddle-Master of Hed

Morgon, principe di Hed, vuole solo governare e lavorare la sua terra natale, ma si trova a dover fronteggiare una sfida molto diversa da quella dei suoi antenati. Le stelle lo hanno segnato e deve vagare per terre straniere, ricolme di stranezze e meraviglie e permeate di magia selvaggia.
Qui dovrà confrontarsi con spettri inquisitori e un arpista misterioso per volere dell’onnisciente Supremo.
La sua è una missione pericolosa, che metterà a repentaglio la sua stessa vita, quella della sua promessa sposa, della sua terra e della sua gente.

 

 

Volume 2: L’Erede del Mare e del Fuoco

Editore: Editrice Nord (Fantacollana Nord n° 69)
Anno: 1977
Pagine: 167
Titolo Originale: Heir Of Sea And Fire

Obbligata dal voto di suo padre e dal suo stesso desiderio, Raederle è stata promessa in sposa a Morgon, Signore degli Enigmi di Hed. Ma di Morgon non si hanno più notizie da quando si è messo in cerca del Supremo sul Monte Erlenstar. E’ svanito nel nulla e le voci che si rincorrono sussurrano che abbia incontrato la morte nel tentativo di adempiere alla sua missione.

Volume 3: L’Arpista del Vento

 

Editore: Editrice Nord (Fantacollana n° 69)
Anno: 1979
Pagine: 212
Titolo Originale: Harpist In The Wind

Morgon è finalmente riuscito a riunirsi con l’amata Raederle. Rimane però un mistero quale sia il significato del simbolo delle stelle impresso sulla sua fronte.
Intorno a lui il regno è squassato da violenti battaglie e tremendi disastri. Una strana specie di mutaforma combatte ferocemente contro gli umani. L’assenza del Supremo costringe Morgon ad addossarsi la responsabilità per la sopravvivenza del suo mondo.
Dopo aver condotto un’armata di morti a protezione dell’isola di Hed, Murgon e Raederle muovono alla volta di di Lungold, per sostenere i maghi che si stanno radunando per lo scontro con il malvagio Ghisteslwchlohm.
Nella loro ombra si nasconde Deth, l’arpista storpio, amico e traditore di Morgon.
Lungold è solo il primo passo di una ricerca che avrebbe portato Morgon a scoprire la verità alla base di una lotta antica e a scoprire il destino del Supremo, finchè, alla fine, riuscirà a sollevare tutti i veli che occultano il suo straordinario destino e risolvere tutti i misteri rimasti senza risposte.

890 Visite totali, 1 visite odierne